Programma di igienizzazione dei distributori automatici

Programma di igienizzazione dei distributori automatici

Quali regole seguire per pianificare la pulizia delle vending machine

Tra le domande che vengono poste più spesso da chi opera con i distributori automatici di bibite fredde e calde e alimenti, alcune riguardano i programmi di sanificazione e igienizzazione delle macchine.

Come definirli in modo corretto?

Ogni quanto effettuare le operazioni di pulizia?

Che prodotti usare?

Diciamo innanzitutto che è impossibile fornire una risposta univoca: a seconda del business, del tipo di macchine e delle esigenze individuate, si dovrà procedere con la formulazione di un programma coerente, in linea con principi generali riconosciuti e condivisi a livello nazionale e comunitario.

La cornice che segna i confini in cui muoversi prende il nome di HACCP. Sotto questo acronimo – che in Italia si può tradurre con Analisi dei Rischi e dei Punti Critici – viene raggruppato un insieme di normative volte alla gestione delle problematiche inerenti ai possibili rischi di contaminazione degli alimenti, bevande incluse. Il protocollo, introdotto in Europa e quindi in Italia a partire dagli anni ’90, rimane ancora oggi il punto di riferimento primario per valutare e decidere come agire quando si tratta di mantenere standard igienico-sanitari adeguati. Ed è proprio all’HACCP che bisogna rifarsi nel momento in cui si elabora un programma di igienizzazione dei distributori automatici.

Obiettivo finale a cui tendere è uno solo: evitare che gli alimenti e le bevande erogate dai distributori possano arrecare danno a chi li consuma. Per ottenere questo, bisogna lavorare a monte del problema, osservando una pulizia regolare e continua, tale per cui flora batterica e muffe non abbiano occasione di formarsi, proliferare e contaminare acqua e cibo. Il programma di igienizzazione andrà studiato nel rispetto dei contenuti della normativa HACCP. Questi ultimi si suddividono in 7 principi cardine validi tanto nella ristorazione tradizionale quanto nel comparto delle vending machine. In ordine troviamo:

  • Individuazione e analisi dei pericoli
  • Individuazione dei CCP
  • Definizione dei limiti critici
  • Definizione delle procedure di monitoraggio
  • Definizione e pianificazione delle azioni correttive
  • Definizione delle procedure di verifica
  • Definizione delle procedure di registrazione

Come si può intuire anche senza essere esperti, i punti di maggiore interesse per quanto riguarda il programma di igienizzazione dei distributori automatici sono il quarto, il quinto e il sesto. Presi in considerazione, questi tre punti impongono alla società incaricata dell’appalto di attuare procedure di monitoraggio (punto 4), azioni correttive (punto 5) e procedure di verifica (punto 6). L’assistenza di un professionista consentirà di articolare un piano di autocontrollo e un apposito Manuale Aziendale di Corretta prassi Igienica come da Regolamento CE 852/2004 ex D. Lgs n.° 155/1997 e successive modifiche ed integrazioni.

Questi due strumenti identificano il programma di igienizzazione dei distributori automatici: pulizia del gruppo, degli imbuti, dei vassoi, rimozione dei fondi di caffè, svuotamento e sanificazione del bidone della raccolta liquidi, collaudo e test… In linea di massima le operazioni si ripetono, ma differenze di tecnologie, dimensioni dei distributori e prodotti erogati possono portare a programmi di igienizzazione leggermente diversi. Da non sottovalutare anche l’aspetto della formazione: il personale responsabile delle attività di pulizia e sanificazione ha il dovere di seguire corsi di aggiornamento in tema HACCP, dimostrando il possesso del regolare attestato.

Noi di LDG Service ci occupiamo da diversi anni di offrire consulenza e supporto diretto a quanti cercano aiuto nella gestione della sicurezza, delle certificazioni, dell’ambiente, della formazione e dell’HACCP. Con un semplice sopralluogo senza impegno siamo in grado di fornire risposte accurate e tempestive, risolvendo le tante difficoltà che una moderna azienda si trova ad affrontare, in ottemperanza a quanto previsto dalla legge. I nostri tecnici sono a completa disposizione del cliente in qualunque regione d’Italia, forti di un network di info point distribuito sul territorio nazionale. Richiedi subito un preventivo gratuito per organizzare un programma di igienizzazione all’altezza.

Chiedi ora il tuo piano di autocontrollo HACCP per i tuoi distributori automatici

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *