Quali sono i rischi per la sicurezza alimentare ?

, ,

Rischi Sicurezza Alimentare quali sono e come prevenirli?

Che cos’è la  sicurezza alimentare?

Garantire in modo costante e generalizzato al consumatore acqua e alimenti  in adeguate condizioni igieniche e sicure.

Come si garantisce tutto ciò?

Mettendo in pratica un insieme di misure di prevenzione e protezione atte a ridurre il rischio alimentare .

Cosa intendiamo per «rischio» ?

La funzione della probabilità e della gravità di un effetto nocivo per la salute, conseguente alla presenza di un pericolo e  per «pericolo» o «elemento di pericolo», si intende  un agente biologico, chimico o fisico contenuto in un alimento o condizione in cui un alimento si trova, in grado di provocare un effetto nocivo sulla salute. » (Articolo 3, numeri 9 e 14, del regolamento (CE) n. 178/2002)

Quali sono i rischi alimentari?

I rischi alimentari  possono essere generati da contaminazioni chimiche, biologiche e fisiche:

  • chimiche (fitosanitari ecc.)
  • biologiche ( batteri patogeni ecc.)
  • fisiche (presenza di corpi estranei  come  plastica, vetro, ferro ecc.)

 Quali sono gli obblighi di un impresa alimentare?

Garantire un elevato livello di sicurezza alimentare, attraverso l’igiene e la pulizia degli ambienti  di lavoro, la formazione del personale che opera, il corretto piano di pulizia delle attrezzature, dei controlli microbiologici di laboratorio sia a monte che a valle della di tutti i processi aziendali .

Questo tipo di attività è svolta da un esperto del settore alimentare che dopo un attenta analisi aziendale redige un piano  di autocontrollo alimentare comunemente chiamato HACCP (Hazard-Analysis and Control of Critical Points) tradotto significa “analisi dei pericoli e dei punti critici di controllo” , ovvero un insieme di procedure volte a prevenire le possibili contaminazioni degli alimenti durante tutta l’attività produttiva o di trasformazione.

Chi supervisiona la sicurezza alimentare dei consumatori italiani?

In Italia esiste  il  PNI  “Piano Nazionale Integrato” che orienta i controlli ufficiali per la sicurezza alimentare e per la lotta alle frodi lungo l’intera filiera produttiva, in funzione dei rischi.

Il Piano nasce dalla sinergia delle diverse Amministrazioni tra cui, in particolare, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, gli Assessorati di Regioni e Province autonome, le Forze di Polizia e l’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *