Lavoro formazione e sicurezza vending

Formazione, sicurezza e lavoro.

LDG Service risponde agli operatori del vending
GFK, istituto specializzato nelle ricerche di mercato sul consumatore, ha appena pubblicato i risultati di un’indagine condotta in 22 Paesi su un panel di 27.000 consumatori con l’obiettivo di comprendere quali sono secondo loro le maggiori responsabilità delle aziende.
Con leggere differenze rispetto agli altri Paesi, la classifica italiana ha visto ai primi tre posti le seguenti priorità:

  • offrire buoni posti di lavoro
  • essere responsabili nei confronti dell’ambiente
  • proteggere la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Va, inoltre, considerato, un ulteriore dato risultante dalla classifica generale internazionale: il 41% degli intervistati  ritiene importante che l’azienda produca beni e servizi di qualità.Luigi Giliberti titolare LDG Service Per raggiungere i risultati che il campione auspica, è necessario che operi investimenti miranti ad ottimizzare l’ambiente in cui il lavoratore opera, proteggere la sua salute e la sua sicurezza e, attraverso le procedure adottate e i propri dipendenti, quella dei destinatari del bene/servizio prodotto; offrire al mercato prodotti/servizi di qualità attraverso la professionalità e la continua formazione degli addetti.

Gli imprenditori, in particolare i titolari di piccole e medie imprese, spesso sottovalutano l’importanza di questo tipo di investimento o lo ritengono dispendioso al punto da destinarvi il minimo indispensabile, in termini di tempo e finanze, il giusto necessario ad ottemperare alle richieste delle normative di riferimento.

Le società della distribuzione automatica, composte per lo più da piccole e medie imprese familiari, sono esposte a molte delle responsabilità prima descritte e, per essere in regola, si rivolgono a consulenti per le varie procedure: consulenza HACCP, sicurezza sul lavoro, formazione del personale e monitoraggio dello stato di salute dei dipendenti, impatto dell’azienda sull’ambiente e via di seguito.
Avere un consulente per ogni procedura e per ogni normativa risulta essere estremamente dispendioso in termini di tempo e denaro e spesso scoraggia l’imprenditore, nonostante questi sia ben propenso a migliorare gli standard della sua azienda.
A questo tipo di esigenza risponde la LDG Service, società di consulenza per le certificazioni aziendali  che si pone come partner globale delle aziende del vending con l’obiettivo di accompagnarle in un percorso di miglioramento degli standard e delle procedure che possano arrecare benefici economici e di reputazione all’azienda stessa.

Abbiamo incontrato Luigi Giliberti, titolare della LDG Service con il quale, alla luce della sua profonda conoscenza delle aziende del settore, cerchiamo di comprendere quali sono i vantaggi che  una compagnia del vending  può trarre nel momento in cui si affida ad un consulente globale professionale ed esperto del comparto

Cominciamo dalla domanda più semplice: cos’è la LDG Service e cosa offre alle aziende della distribuzione automatica?

La LDG è una società che fornisce alle piccole, medie e grandi imprese di ogni settore  servizi legati alle normative,  ponendo  particolare attenzione alle aziende più piccole che spesso sottovalutano un concetto fondamentale: anche un’azienda con un solo dipendente è esposta ad una serie di controlli da parte delle autorità di vigilanza, controlli che rendono necessario “avere tutte le carte in regola” per evitare il rischio di sanzioni e, in taluni casi, di interruzione dell’attività.
La sicurezza sul lavoro, la qualificazione dell’azienda, la sicurezza alimentare oltre alla formazione e alle verifiche periodiche su uomini, impianti, mezzi e attrezzature sono fondamentali perché un’azienda conquisti un elevato standard qualitativo e possa porsi un gradino più in altro rispetto ai competitor. E questo vale soprattutto per le piccole compagnie del vending che lavorando su standard bassi, non puntando alla crescita attraverso la qualità, hanno poche possibilità di farsi strada tra competitor di levatura superiore.

Lei insiste sul concetto di qualità. Cosa intende nello specifico?

Per una società di gestione la qualità è tutto ed è un concetto globale che investe uomini e azienda. Le faccio un semplice esempio. Come logico, le aziende sono fatte di uomini e sono gli uomini che portano il servizio vending  direttamente ai consumatori che per lo più non sono altro che dipendenti di aziende, serviti nel loro posto di lavoro. La qualità allora sta nei prodotti che gli addetti al caricamento inseriscono nei distributori automatici, qualità che dipende non solo dai brand che il gestore ha scelto, ma da come ne vengono gestiti carico, scarico e stoccaggio, da come vengono attuate le procedure relative alla catena del freddo, le scadenze e via di seguito. La qualità sta nei distributori automatici che vengono utilizzati per servire i consumatori e non dipende solo dall’affidabilità di questi da un punto di vista tecnico. C’è tutta la parte relativa all’igiene che è altrettanto importante, soprattutto se consideriamo la regolare prassi di rigenerazione delle macchine che vengono ritirate e poi reinstallate altrove. Qui le regole dell’HACCP sono fondamentali sia per quanto riguarda le procedure seguite per il ripristino delle macchine che le garanzie offerte da un punto di vista igienico dagli addetti che se ne occupano.
Qui si inserisce il terzo punto, a mio avviso il più importante per ciò che concerne la qualità: quella dei collaboratori esterni quali  addetti al caricamento e tecnici, e di quelli interni che movimentano e monitorano le merci, oltre che degli addetti al laboratorio tecnico per le macchine. In questo caso, la qualità si traduce in professionalità e la professionalità si può raggiungere solo con il continuo miglioramento delle competenze e quindi con la formazione.
L’insieme di tutte queste cose determina la qualità globale dell’azienda e la rende certificabile a sua volta.

Parliamo di formazione. Cosa offre la LDG Service per la formazione aziendale?

Offriamo al datore di lavoro la possibilità di scegliere tra due tipi di formazione: una fatta dal lavoratore direttamente da PC, tablet o smartphone attraverso la piattaforma FAD da noi elaborata e l’altra fatta con la presenza fisica in aula del lavoratore che va formato e naturalmente dei nostri docenti.
Dopo aver fatto un’analisi delle competenze dei lavoratori nei vari ruoli ed aver discusso con il titolare circa le lacune che egli stesso avrà evidenziato, elaboriamo insieme un programma di formazione su misura. Oltre alla formazione standard, infatti, possiamo entrare nel dettaglio, prevedendo ad esempio un corso specifico per l’utilizzo di una particolare attrezzatura o per l’installazione di un particolare distributore automatico.
La nostra presenza in azienda non è mai invadente e non toglie troppo tempo al lavoro quotidiano, poiché stabiliamo a priori quanti saranno i momenti d’incontro necessari a formare, quando e per quanto tempo si svolgeranno e questo consente al datore di lavoro di organizzarsi di conseguenza. Va detto che la formazione diretta in aula è sicuramente più dinamica e di maggior appeal per il lavoratore sia per l’interazione che si stabilisce con i docenti sia per il modo più dettagliato in cui si possono affrontare gli argomenti.
Vi è poi una seconda possibilità, ossia  la formazione a distanza attraverso la nostra piattaforma FAD formazione sicurezza sul lavoroa cui il lavoratore accede per mezzo di un dispositivo  (tablet, PC, smartphone), che è altrettanto attraente soprattutto per i lavoratori più giovani abituati all’interazione digitale. In questo caso, la formazione può essere svolta in tempi e modi più elastici in accordo con datore di lavoro e dipendente.

Per quanto riguarda la formazione a distanza, come si fa a controllare che il lavoratore segua effettivamente il corso?

Abbiamo un sistema che ci permette di sapere quando e per quanto tempo il lavoratore si è collegato alla piattaforma e poi effettuiamo delle verifiche, alla fine delle quali certifichiamo la formazione di quel dipendente in relazione all’argomento del corso, rilasciando la documentazione del caso, come ad esempio il patentino di frigorista piuttosto che di carrellista.
Alle aziende conviene questo tipo di formazione perché risparmiano in termini di spostamento delle risorse e quindi in termini di tempo e denaro.

Restiamo sui dipendenti e parliamo di sicurezza. Cosa fornisce la LDG Service?

Quello della sicurezza è un argomento molto delicato, soprattutto per le gestioni del vending che devono garantire sicurezza sia in casa che fuori casa.
In primo luogo va detto che ogni datore di lavoro deve valutare i rischi a cui è esposto il proprio lavoratore, dopo di che  deve sottoporlo a sorveglianza sanitaria per ottenere l’idoneità del lavoratore a svolgere la propria mansione.
Prendiamo ad esempio caricatori, tecnici e installatori che si mettono alla guida di automezzi. Per questi noi consigliamo di fare l’alcol test, un valido strumento per l’imprenditore per monitorare il dipendente. Laddove dovessero emergere dati importanti sull’alcolismo o sulla tossicodipendenza, è chiaro che il datore di lavoro dovrà cambiare la mansione assegnata.
Altro importante argomento è quello della movimentazione delle merci e in particolare dei distributori automatici. Il datore di lavoro deve monitorare affinché tutte le tipologie di trasporto avvengano in condizioni di sicurezza, soprattutto quando si tratta di installatori di macchine che, se non adeguatamente formati e dotati di attrezzature ed abbigliamento idonei, possono essere un pericolo per se stessi, per i colleghi e per i terzi, ossia coloro con i quali si incrociano durante le manovre nei luoghi d’installazione. Immaginiamo le conseguenze di un’errata manovra col carrello ed eventuale caduta del distributore automatico…
Vi è poi tutto un sistema di prevenzione e protezione interno che l’azienda è tenuta ad attivare, quale gli interventi di pronto soccorso in caso di malore di un dipendente o la messa in atto di piani d’evacuazione in caso di incendio. Anche qui il personale va formato e responsabilizzato rispetto a determinati ruoli che esulano dalle normali prestazioni lavorative.

A questo proposito, come vincete la poca propensione dei dipendenti a farsi formare, a seguire le istruzioni?

L’esperienza sul campo ci ha insegnato che un personale motivato è il traino necessario perché la teoria di cui siamo portatori si traduca in prassi aziendale. Per prima cosa, convinciamo i lavoratori stessi della bontà del percorso che stanno per intraprendere insieme alla proprietà e a noi che ne prendiamo in carico la formazione. I primi risultati visibili fanno il resto, convincendo che sono sulla strada giusta e che continuare in quella direzione porterà non solo al miglioramento della propria professionalità, ma soprattutto ad una crescita sostenibile dell’intera azienda. Colmare le lacune e ottimizzare tutto ciò che di positivo l’azienda già presenta diventa una mission in cui tutti si riconoscono.

certificazioni aziendaliParliamo proprio delle aziende e delle certificazioni, altro servizio da voi fornito. Qual è la più importante?

L’ISO 9001 è uno standard su cui c’è molta attenzione, soprattutto dopo l’ultima revisione 2015, perché garantisce la qualità che un’azienda può offrire sia dal punto di vista del servizio che del personale che porta il servizio al cliente. È, inoltre, una certificazione importante che non si chiude nel momento in cui viene ottenuta, ma necessita di continui aggiornamenti dal momento che il miglioramento della qualità aziendale deve essere costante e continuo se si vogliono raggiungere alti standard nell’organizzazione dei processi aziendali e del sistema di gestione generale dell’impresa.
La LDG Service segue tutto il processo di certificazione ISO, nonché gli aggiornamenti continui delle procedure che consentono di mantenere la certificazione nel tempo, essendo un documento molto richiesto quando si entra in determinati meccanismi. Basti pensare alle gare d’appalto a cui le società di gestione partecipano, dove spesso la certificazione ISO 9001 è un parametro fondamentale per aggiudicarsi un punteggio più alto.

Parliamo di costi. Qual è la portata dell’investimento per le aziende che volessero avvalersi dei vostri servizi?

Siamo su cifre sostenibili e senza dubbio inferiori a quanto comporterebbe l’avere in casa una figura dedicata, i cui costi si aggirano più o meno sui 25.000 euro l’anno.
Per quanto ci riguarda siamo su una cifra che oscilla dai 1.000 ai 5.000 euro all’anno a seconda delle dimensioni dell’azienda e degli interventi a noi affidati che spaziano dalle visite mediche al personale alla formazione, al sistema di gestione per la sicurezza, alla qualità a tutti i livelli fino alle certificazioni.
Ricordo, a tale proposito, che per gli imprenditori del vending lettori di questa rivista offriamo una consulenza gratuita e senza impegno attraverso la quale analizziamo l’azienda ed elaboriamo un piano degli interventi con i relativi costi. Sarà poi l’imprenditore a valutare la sostenibilità dell’investimento. Noi mettiamo a disposizione la professionalità  e l’esperienza maturata in tanti anni di contatto con imprese del settore di ogni parte d’Italia che sono cresciute anche grazie alla nostra collaborazione.

A questo proposito le faccio un’ultima domanda: come mai avete allargato il vostro campo d’interesse proprio alla distribuzione automatica?

Abbiamo valutato l’enorme crescita che questo settore ha vissuto in pochi decenni e considerato che esso è composto soprattutto da piccole e medie aziende spesso a conduzione familiare, che in molti casi sottovalutano l’importanza di alcune prassi normative. In altri casi, si tratta di aziende che, pur conoscendo quali sono gli obblighi a cui rispondere, non hanno le idee chiare sull’interlocutore a cui rivolgersi o si spaventano per la mole di adempimenti. Abbiamo ritenuto di essere il partner giusto e in quanto tale ci siamo proposti. Il riconoscimento è arrivato in breve tempo.

Un’ultima domanda: quale percorso ha portato alla nascita della LDG Service?

Vede, io sono stato prima di tutto un lavoratore dipendente e ho vissuto dall’interno delle aziende in cui ho lavorato tutta una serie di criticità, anche quella di non essermi sentito in alcune occasioni “sicuro e tutelato”.
La voglia di indipendenza e di migliorare professionalmente mi hanno spinto a sottoporre prima di tutto me stesso alla formazione continua e all’approfondimento della realtà aziendali con tutte le loro criticità da risolvere. Mi sono presto reso conto che in questo particolare ambito dei servizi vi era un vuoto, mancando una figura professionale completa in grado di rivolgersi alle aziende a 360° e da qui è nata la LDG Service.

Devo dire che non è stato facile vincere la diffidenza dei titolari d’impresa che ci vedevano all’inizio solo come un costo. Quando hanno capito che il nostro obiettivo è quello di far crescere le aziende e che lo sappiamo fare grazie al know-how, al team di risorse e alle collaborazioni giuste che mettiamo a disposizione, hanno anche compreso che investire su di noi equivale a investire su se stessi e che i risultati arrivano!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *