incentivi imprese Mise Smart&Start

 “SMART & START” ITALIA

Smart&Start Italia è un incentivo del MiSE a sostegno della nascita e della crescita delle start-up innovative ad alto contenuto tecnologico con il fine di stimolare una nuova cultura imprenditoriale legata all’economia digitale, valorizzare i risultati della ricerca scientifica e tecnologica, incoraggiare il rientro dei «cervelli» dall’estero. Smart&Start Italia è una misura a sportello, le domande sono valutate in base all’ordine di arrivo. Non ci sono graduatorie. La dotazione finanziaria è di circa 200 milioni di euro, le agevolazioni sono concesse fino a esaurimento dei fondi.

Beneficiari:

La misura è rivolta sia a start-up innovative (società di capitali costituite da non più di 48 mesi che offrono prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico; con valore della produzione fino a 5 milioni di euro) di piccola dimensione già iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese sia a team di persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa in Italia, anche se residenti all’estero o di nazionalità straniera.

Attività ammesse a finanziamento:

Produzione di beni ed erogazione di servizi, che: – si caratterizzano per il forte contenuto tecnologico e innovativo e/o si qualificano come prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale e/o si basano sulla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca). N.B. Sono escluse le attività di produzione primaria dei prodotti agricoli. Scadenza termine presentazione delle domande Fino ad esaurimento fondi

Cosa Finanzia:

La misura finanzia progetti che prevedono programmi di spesa, di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro, per beni di investimento e/o per costi di gestione.

Tra le principali voci di spesa ammissibili:

– per gli investimenti: impianti, macchinari e attrezzature tecnologiche; componenti Hardware e Software; brevetti, licenze, consulenze specialistiche tecnologiche;
progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi, consulenze specialistiche tecnologiche funzionali al progetto di investimento, nonché relativi interventi correttivi e adeguativi. (ai fini dell’ammissibilità i beni devono essere ammortizzabili, utilizzati esclusivamente nell’unità produttiva destinataria dell’aiuto, essere acquistati a condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente, figurare
nell’attivo di bilancio dell’impresa beneficiaria per almeno 3 anni, essere pagati esclusivamente tramite un conto corrente bancario dedicato alla realizzazione del
programma di investimenti)

– per la gestione: personale dipendente e collaboratori; licenze e diritti per titoli di proprietà industriale; servizi di accelerazione; canoni di leasing; interessi su finanziamenti esterni, quote di ammortamento.
I programmi di investimento devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione ed essere realizzati entro i 2 anni successivi alla stipula del contratto di finanziamento, pena la revoca del finanziamento concesso.
Non sono ammissibili alle agevolazioni le spese riferite a investimenti di mera sostituzione di impianti, macchinari e attrezzature, spese relative a commesse interne, a beni usati, le spese notarili, le spese di funzionamento e quelle relative a imposte, tasse e scorte.

Agevolazioni:

Un mutuo senza interessi, il cui valore può arrivare:

– fino all’80% delle spese ammissibili (max € 1.200.000), nel caso in cui la start-up abbia una compagine costituita da giovani (età inferiore a 35 anni) e/o donne o abbia

tra i soci un dottore di ricerca da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all’estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.

fino al 70% delle spese ammissibili (max € 1.050.000) negli altri casi. Le start-up localizzate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e nel territorio del Cratere Sismico Aquilano restituiscono solo l’80% del mutuo agevolato ricevuto. Tali finanziamenti agevolati hanno una durata massima di 8 anni; sono regolati a “tasso 0”; sono rimborsati, dopo 12 mesi a decorrere dall’erogazione dell’ultima quota dell’agevolazione, secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate, scadenti il 31 maggio e il 30 novembre di ogni anno; non sono assistiti da forme di garanzia.

Modalità di concessione delle agevolazioni:

Le agevolazioni sono concesse dal Soggetto gestore ed erogate sulla base di un contratto di finanziamento, che ne regolamenta i tempi e le modalità di erogazione. Per le spese riferite alla realizzazione del programma di investimenti, l’erogazione del finanziamento agevolato avviene o su richiesta del soggetto beneficiario in relazione a titoli di spesa, anche singoli, per un importo almeno pari al 20% dell’importo complessivo dell’investimento ammesso (a SAL), oppure, in alternativa, previa presentazione di fideiussione bancaria o polizza assicurativa, svincolata dall’avanzamento del programma degli investimenti, per un importo non superiore al 40% del finanziamento agevolato concesso per le spese riferite al programma stesso a titolo di anticipazione. Relativamente ai costi di esercizio, l’erogazione del finanziamento agevolato avviene su richiesta del soggetto beneficiario, per un importo almeno pari al 20% dell’importo dei predetti costi complessivamente ammesso. La richiesta di erogazione è accompagnata da rendicontazione dei costi effettivamente sostenuti dall’impresa. L’erogazione del finanziamento in ogni caso è subordinata all’effettuazione di controlli da parte del Gestore e all’invio di idonea documentazione (disponibilità dei locali, licenze, autorizzazioni, ecc..).

Cumulo delle agevolazioni:

Le agevolazioni non sono cumulabili con altre agevolazioni concesse al soggetto beneficiario, anche a titolo di “de minimis”, laddove riferite alle stesse spese e/o agli stessi costi ammissibili. Puoi anche vedere un altro incentivo alle imprese per le aree in crisi in Campania.

Fai un richiesta di ulteriori informazioni ora !
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *