convegno associazione la.p.e.c pozzuoli 21 e 22 ottobre 2016

ENTI – IMPRESA – SICUREZZA – AMBIENTE

PROFESSIONALITA’ PRESIDIO DI LEGALITA’

Una legislazione sempre più severa e articolata impone oggi agli operatori del diritto, alle aziende ed agli enti pubblici il rispetto di norme in materia ambientale, di sicurezza nei luoghi di lavoro, di tecniche di produzione di beni materiali e prodotti alimentari. Sempre più difficile essere aggiornati sulle normative di settore che discendono dall’Unione Europgiusto-processoea, dalle Legislazioni nazionale, regionali e locali. Le conoscenze giuridiche degli operatori di settori e delle parti processuali, molto spesso, non appaiono sufficienti a risolvere le difficoltà create dal Legislatore. LDG Service rende sicure le competenze tecniche e scientifiche – diverse da quelle giuridiche in senso stretto – di indefettibile supporto per il processo penale.

LDG Service è uno degli sponsor ufficiali  del convegno del 21-22 Ottobre, Auditorium della Curia Diocesana di Pozzuoli  dal titolo “ Il futuro del processo penale tra regole deontologiche e linee guida” scarica il manifesto completo 

organizzato dall’associazione “LA.P E. CLABORATORIO PERMANENTE ESAME E CONTROESAME e GIUSTO PROCESSO”

LA.P.E.C. (Laboratorio Permanente Esame e Controesame e Giusto Processo) è un’associazione nazionale, senza scopo di lucro, cui partecipano magistrati, avvocati, docenti universitari e, coC:UsersMaria Chiara.DESKTOP-L70VE0VDropboxtesiNoi avvocatimunque, operatori del diritto, è riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense e collabora con la Scuola Superiore dell’Avvocatura.

E’ stata costituita a Siracusa nel 2008, presso il prestigioso Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali ed ha come scopo lo studio e l’approfondimento delle problematiche giuridiche connesse al processo penale, all’esame incrociato ed a tutte le problematiche del giusto processo.

Propone un discorso di innovazione culturale nel processo penale che, dallo studio, dal confronto e dall’ascolto tra le parti individua  protocolli condivisi di azione ed interpretazione giudiziale, sia delle norme di carattere processuale, sia nell’individuazione ed attuazione di nuovi mezzi di prova, per un processo più giusto a tutela innanzitutto del cittadino e nello spirito della Costituzione Italiana.

Quindi studio e confronto per costruire assieme e operare nel supremo interesse della giustizia sostanziale e del cittadino.

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *