aggiornamento e scadenza DVR

Aggiornamento DVR – Quando scade?

Quando scade l’aggiornamento DVR (documento valutazione dei rischi)

Nell’ambito della sicurezza sul lavoro, con riferimento al decreto legislativo 81/2008, un’azienda, anche con un solo dipendente,  deve redigere il documento di valutazione dei rischi per la salute e sicurezza del lavoratore. Nella stesura del DVR, il datore di lavoro e l’Rspp esterno o interno devono tener conto di  tutti i rischi presenti negli ambienti di lavoro, non a caso l’articolo 17 del decreto 81/08 definisce questa valutazione un obbligo del datore di lavoro che non può delegare.

La valutazione dei rischi va effettuata tenendo conto,  degli ambienti di lavoro e la loro sistemazione, degli impianti, mezzi e attrezzature, delle sostanze pericolose e di tutto ciò che può generare rischi, (chimici-fisici-biologici ) derivanti da un processo di lavorazione o da un loro utilizzo, presenti in un ambiente di lavoro. La valutazione può essere effettuata con due metodi, diretto o  indiretto.

Un  esempio di metodo diretto èaggiornamento dvr una rilevazione con gli strumenti quali il  rumore, le vibrazioni per i quali è necessaria un indagine strumentale specifica, cosi come  le sostanze aerodisperse e il microclima, ci sono rischi che possono essere valutati anche con metodo indiretto per esempio con riferimento delle banche dati disponibili, tutta l’analisi del rischio però deve essere elaborata in modo tale da risultare, per chi deve leggerlo, di facile interpretazione cosi come indicato nel Testo Unico per la Sicurezza redigendo il documento finale secondo i “ criteri di semplicità, brevità e comprensibilità”.

Il documento di valutazione dei rischi, o DVR, avrà lo scopo di valutare i rischi presenti e dare le indicazioni sull’utilizzo delle misure di prevenzione  da mettere in atto per ridurli, sia attraverso i dispositivi di protezione collettiva sia che individuali, o misure di prevenzione come la formazione, l’addestramento, insomma l’azienda deve dimostrare oltre ad aver valutato tutti i rischi, anche di aver messo in atto tutte le misure  per l’attuazione della sicurezza in azienda .

Scadenza DVR: ogni quando va fatto l’aggiornamento DVR?

Il DVR, oltre ad essere la linea guida per la sicurezza in azienda, è un documento dinamico e deve essere rielaborato ogni qualvolta vi siano modifiche ai propri processi produttivi, mutamenti organizzativi del lavoro, evolutivi della tecnica, a seguito di infortuni, se la sorveglianza sanitaria lo rende necessario.Il DVR dovrà essere aggiornato tempestivamente con le nuove misure di prevenzione e protezione in un ottica di miglioramento continuo, per la tutela dei lavoratori, ma soprattutto del datore di lavoro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *